Radioparole produzioni indipendenti documentari sonori
    menù

this page in English

   produzioni info@radioparole.it
Porta d'Europa

Lampedusa e i profughi

un documentario radiofonico diretto e prodotto da Roman Herzog (2005)

un documentario radiofonico di 57 minuti
ascolta o scarica i primi 15 minuti [mp3]

(n.b. l'ascolto è in bassa fedeltà)

se desideri ricevere il cd completo di Porta d'Europa scrivi a roman.herzog@virgilio.it
   
 

L'isola di Lampedusa è un mucchio di roccia calcarea di appena venti chilometri quadrati, più vicina all'Africa che all'Europa. In origine un paese di pescatori, diventata con il tempo un luogo di vacanze.
Dagli anni '90, con le nuove politiche europee di restringimento e chiusura nei confronti dell'immigrazione legale, Lampedusa è diventata uno dei principali approdi dei cosiddetti clandestini. Nei mesi estivi, quasi ogni giorno, si susseguono gli arrivi e gli sbarchi di donne, uomini e bambini partiti dalle coste della Libia o della Tunisia rischiando la loro vita nell'attraversare il mare. Un business internazionale, quello del trasporto illegale delle persone, dal quale sono in molti a trarne profitto. 

L'etiope Benti Debelar Dico e Mahmoud Mizibor, del Bangladesh, sono sbarcati clandestinamente a Lampedusa. Nel documentario raccontano le storie della loro fuga come profughi dai paesi di origine; il drammatico viaggio in mare verso la porta d'Europa; il disumano sovraffollamento del Cpt (Centro di permanenza temporanea) di Lampedusa - una sorta di "blackbox", dove nessuno può entrare, nemmeno il segretario generale dell'Onu Kofi Annan.

L'emergenza a Lampedusa si ripresenta puntuale ogni estate, nonostante l'enorme impiego dei mezzi di polizia e della marina militare. Un emergenza talmente prevista che fa nascere il sospetto, neanche tanto velato, come confermano alcuni intervistati, che tutto questo sia, oltre che tollerato, anche, per certi versi, voluto.

E gli abitanti di Lampedusa? Alcuni vorrebbero semplicemente impedire ai profughi di sbarcare, altri invece sperano in una diversa politica dell'accoglienza da parte della Unione europea.

Intanto, al largo di Lampedusa i pescatori dell'isola continuano a ritrovare le tracce di quelli che non sono riusciti a raggiungere la porta d'Europa e di cui nessuno conosce la tragica fine.  

L'audio-documentario ha una durata di 57 minuti.

Porta d'Europa ha ricevuto la menzione speciale della giuria del Premio Anello Debole 2006, per essere "un reportage completo e ben costruito che fa emergere la complessità del fenomeno "clandestini" e soprattutto delle reazioni sociali verso di esso".

se desideri ricevere il cd di  Porta d'Europa scrivi a roman.herzog@virgilio.it

 

 
     

Porta d'Europa (2005)

un feature radiofonico diretto e prodotto
da Roman Herzog

con le voci di: Benti Debelar Dico, Mahmoud Mizibor, l'attrice Veronica D’Agostino, l'attivista della Lega Nord Angela Maraventano, il referente culturale di Lampedusa Enzo Cantafia, il sindaco Bruno Siragusa, l’ex sindaco Salvatore Martello, Jörg Golze e Detlef Linz impiegati nell'aeroporto, insegnanti, turisti, il macellaio Filippo, il muratore Carmelo, i pescatori Pasquale, Reste e Salvatore, il pakistano Ali, Padre Lilo, il comandante della Guardia di Finanza Romeo Cavalin, il vicecomandante della capitaneria del porto Giuseppe La Biunda, il responsabile del CPT gestito dalla Misericordia Giuseppe Dimenica e il giurista Fulvio Vassallo.

 
  Links utili:

Amnesty International - Italia

ASGI - Associazione Studi Giuridici sull'Immigrazione

meltingpot.org

Il mare di Lampedusa